Paolo Iabichino

Controcanto

È insopportabile il racconto dell’immigrazione come minaccia. La paura usata per scardinare la vocazione di un intero Paese che ha sempre fatto dell’ospitalità e dell’accoglienza un punto d’orgoglio. Per questo è urgente opporsi con una contronarrazione fattuale, basata sulla cronaca dei tantissimi esempi virtuosi di assistenza e integrazione, dove l’altro non è considerato un diverso, ma un simile da accogliere e sostenere. Insieme a Rossana Cavallari, si racconta qui un’Italia che non è mappata dalle cantilene della politica, ed è quella di chi ogni giorno mette in circolazione energie, tempo e risorse per dare una possibilità a chi scappa da miseria, guerre, fame e siccità. L’Italia è piena di esempi virtuosi. Storie straordinarie che ci mostrano una convivenza possibile. Controcanto proverà a raccontarle tutte, e per questo Paolo e Rossana hanno bisogno dell’aiuto di tutti noi.