Scuole innovative

Gen-E: un appello per liberare il potenziale dei giovani

Si è chiuso a Catania Gen-E, il più grande evento in Europa dedicato all'imprenditorialità a scuola e nelle università. Ecco tutti i vincitori

di Sara De Carli

Agire per far sì che i giovani talenti in tutta Europa abbiano l’opportunità di liberare il loro pieno potenziale: sotto un Etna in attività, questo ha chiesto Salvatore Nigro, ceo di JA Europe, al termine di Gen-E, il più grande evento in Europa dedicato all’imprenditorialità a scuola e nelle università che si è svolto dal 2 al 4 luglio a Catania, organizzato da JA Europe e ospitato da JA Italia. «Gen-E 2024 rappresenta un momento cruciale in cui possiamo combinare l’eccellenza del passato con le opportunità future e garantire che i giovani talenti in tutta Europa abbiano l’opportunità di liberare il loro pieno potenziale. Chiediamo ai politici, ai leader aziendali e agli esperti di istruzione di agire ora per un impatto concreto sull’Europa dei nostri giovani», ha detto Nigro alla presenza, fra gli altri, del ministro italiano dello Sport e della Gioventù, Andrea Abodi.

Più di 750 persone di 42 delegazioni da altrettanti paesi d’Europa e altre 200 appartenenti alla community italiana, europea e globale di Junior Achievement. Le squadre in competizione sono state selezionate tra quasi 400mila studenti che hanno sviluppato le proprie mini-imprese JA nell’anno scolastico 2023-24 e hanno gareggiato in competizioni regionali, nazionali e online e si sono qualificati per rappresentare il proprio paese a Gen-E a Catania. A colpi di pitch e di stand i giovani in concorso si sono sfidati in un concorso che ha decretato la migliore azienda JA e Start Up 2024. 

Gen-E 2024 è stata anche l’occasione per portare le eccellenze imprenditoriali nel Sud Italia per ispirare gli ecosistemi locali con best practices di altri Paesi. Per Antonio Perdichizzi, presidente di JA Italia, «l’impatto di Gen-E 2024 sarà duraturo, questo evento ha dato alla nostra regione la spinta e la motivazione necessarie per affrontare le questioni sociali dei giovani», mentre Miriam Cresta, ceo di JA Italia, ha confermato che «JA Italia continuerà la sua strategia di crescita insieme ai nostri 50 partner con l’obiettivo di apportare benefici al maggior numero possibile di giovani italiani, dotandoli di competenze e mentalità imprenditoriali per costruire comunità fiorenti in tutto il nostro Paese».

L’impatto di Gen-E 2024 sarà duraturo, questo evento ha dato alla nostra regione la spinta e la motivazione necessarie per affrontare le questioni sociali dei giovani

Antonio Perdichizzi, presidente JA Italia

I vincitori di Gen-E 2024

Per la scuola secondaria di secondo grado le imprese vincitrici sono Treberei, dall’Austria, con una pasta a base di cereali organici esausti che converte gli scarti in eccesso della produzione di birra (JA Europe Company of the Year 2024 – business track) e 99Robotics,  dalla Danimarca (JA Europe Innovation of the Year 2024 – innovation track), un progetto che combina biologia, tecnologia, intelligenza artificiale e ingegneria agricola per ridurre le emissioni di CO2 e la lisciviazione di nitrati nei corpi idrici, nonché per ridurre il degrado del terriccio. 

Per le università invece hanno vinto Oculare, dalla Danimarca, un robot di salvataggio progettato per eliminare gli incidenti di annegamento, che utilizza sensori e reti neurali profonde per identificare e salvare rapidamente le persone in difficoltà (JA Europe Innovation of the Year 2024 – innovation track) e LeakTrack.ai, dalla Turchia, un software basato sull’intelligenza artificiale che analizza i dati dei contatori intelligenti per prevedere la domanda di energia e segnalare i consumi non fatturati per i distributori di energia e le città  (JA Europe Start Up of the Year 2024 – business track).

Il ministro Abodi: «impegno per offrire opportunità ai giovani»

Alla cerimonia di premiazione, il ministro italiano dello Sport e della Gioventù, Andrea Abodi, ha dichiarato che «investire nell’educazione, nella formazione e nell’orientamento dei giovani è fondamentale per la crescita e il miglioramento della nostra Nazione. Sono lieto di vedere l’Italia svolgere un ruolo di primo piano nel mobilitare i portatori di interesse dell’imprenditoria giovanile di tutta Europa. Rinnovo l’impegno a lavorare con tutti i colleghi del governo italiano e i ministri europei per offrire strumenti e opportunità che favoriscano la partecipazione attiva dei giovani alla vita produttiva, valorizzino le loro capacità di apporto, contrastino gli effetti del disagio  in tutte le sue espressioni e contribuiscano al consolidamento della catena del valore, economico e sociale,  condizioni indispensabili per garantire alle giovani generazioni prospettive delle quali abbiamo tutti bisogno per affrontare con fiducia le sfide di questo tempo complesso e controverso».

Tutti i premi di Gen-E

Oltre ai 4 premi principali, i vincitori nazionali di ciascun paese hanno gareggiato a Catania per una serie di premi europei e nazionali. 

I vincitori europei dei Signature Awards – scuola secondaria di secondo grado:

I vincitori europei dei Signature Awards – universitari:


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA