Maria Laura Conte

Le parole per dirlo

Tutto è cominciato in un’abbazia milanese, dove comunicatori di diverse ONG si sono ritirati per trovare parole giuste per una nuova “narrazione” impavida ed edificante, nell’era del fango gettato sulle organizzazioni umanitarie. E quel lavoro di ricerca non può finire, perché le parole sono vive. Sono le protagoniste di questo blog di Maria Laura Conte, che pensava di essere nata filologa, perciò si è laureata in greco, invece poi è diventata giornalista e dirige oggi la comunicazione di Avsi. Mentre la sua vera vocazione, scoperta tardiva, sarebbe stata quella di maratoneta (motivo del sarcasmo costante dei suoi tre figli).