VITA

Un italiano presidente dell' organizzazione gay e lesbiche d'Europa

31 Ottobre Ott 2006 0100 31 ottobre 2006

Si chiama Riccardo Gottardi, ha 29 anni, sta facendo il dottorato di ricerca in ingegneria a Genova

  • ...
  • ...

Si chiama Riccardo Gottardi, ha 29 anni, sta facendo il dottorato di ricerca in ingegneria a Genova

Un giovane italiano alla guida dell?organizzazione gay e lesbica europea, Ilga-Europe, che raccoglie 250 associazioni omosessuali e transessuali, tra cui Arcigay, di 40 paesi del continente. Il 29enne Riccardo Gottardi, membro del Consiglio nazionale di Arcigay, è stato confermato co-presidente, insieme alla belga Deborah Lambillotte, di Ilga-Europe (www.ilga-europe.org), sezione europea della International Lesbian and Gay Association, l'organizzazione gay-lesbica internazionale. Gottardi, dottorando presso la Facoltà di ingegneria dell?Università di Genova, è stato eletto con una maggioranza schiacciante di 151 voti su 161 dal congresso dell?organizzazione svoltosi nei giorni scorsi a Sofia (Bulgaria). Ha così sbaragliato gli altri 12 candidati di varie associazioni europee. L?incarico ha durata annuale e Gottardi, primo italiano eletto a capo di Ilga-Europe, è al suo quarto mandato. ?Gli obiettivi che mi vedranno più impegnato nei prossimi mesi ? dice - saranno la nascita dell?Agenzia per i diritti umani dell?Unione europea, promessa dal presidente della Commissione, José Manuel Barroso, e la difesa della libertà di manifestare di gay e lesbiche in tutti i paesi europei, dopo i divieti e gli attacchi violenti recentemente subiti dai gay-pride in paesi come la Polonia, la Romania, la Lituania e la Russia?. ?Riccardo si è dato molto da fare in questi anni e il suo lavoro riscuote grande apprezzamento tra le organizzazioni omosessuali europee ? ricorda Sergio Lo Giudice, presidente nazionale Arcigay che, insieme a Renato Sabbadini, responsabile esteri, ha rappresentato l?associazione italiana al congresso di Ilga-Europe -. A lui va gran parte del merito di aver saputo spiegare ai parlamentari europei perché l?allora ministro Rocco Buttiglione, artefice di provvedimenti discriminatori verso gli omosessuali in Italia, non fosse adatto a rivestire il ruolo di commissario Ue alla Giustizia e Libertà?.