VITA

Usura: nel 2006 oltre 3000 richieste d'aiuto

14 Febbraio Feb 2007 0100 14 febbraio 2007

Presentati oggi dal Viminale i risultati della campagna anti-racket

  • ...
  • ...

Presentati oggi dal Viminale i risultati della campagna anti-racket

Negli ultimi dodici mesi il numero verde anti-usura (800999000) del ministero dell'Interno è stato contattato oltre 3000 volte. Il 82% delle persone, vittime dei "cravattari", che hanno chiamato hanno lasciato i propri dati identificativi. "Segno di un rinnovato rapporto della popolazione con lo Stato", ha così commentato Ettore Rosato, sottosegretario al Viminale.

La distribuzione per regione delle telefonate che denunciano reati di usura vede un picco nel Lazio (14,65%), seguono Campania (9,52%), Lombardia (8,28%), Sicilia (7,89%), Toscana (&,94%), Puglia (6,88%), Calabria (5,87%), Abruzzo (5,48%) e Veneto (4,92). I dati che invece riguardano le chiamate di chi chiede un sostegno, perché vittima di usura, vede per Regione al primo posto la Sicilia (11,86), seguita da Campania (10, 17%), Calabria (8,47%) e Puglia (6,78%).

Ettore Rosato ha poi sottolineato che dai dati emerge "una voglia di ripartire anche di alcune parti del territorio nazionale che sono vittime della criminalità organizzata, che è la prima priorita' di questo governo. Ma per far questo abbiamo bisogno della collaborazione dei cittadini e degli enti locali. Un cittadino che denuncia un estortore è un cittadino che aiuta la sua terra oltre che aiutare la sua qualità di vita". Il commissario straordinario per le iniziative antiusura Raffaele Lauro ha ricordato "che il call center è attivo sempre (festivi ore 9-19)" e che la dotazione di risorse del fondo di solidarietà, al 31 dicembre 2006, ammonta a oltre 180 milioni di euro.