banche

Da BNP Paribas oltre 200 milioni per microcredito e imprese sociali

16 Ottobre Ott 2013 1736 16 ottobre 2013

L'obbiettivo è destinare i fondi fino al 2015. «Non c’è più distinzione tra il sociale e il commerciale» ha sottolineato il dg François Villeroy de Galhau

  • ...
Immagine 2
  • ...

L'obbiettivo è destinare i fondi fino al 2015. «Non c’è più distinzione tra il sociale e il commerciale» ha sottolineato il dg François Villeroy de Galhau

La vicinanza e il sostegno alle attività con caratteristiche sociali e solidali e al microcredito è parte integrante, per BNP Paribas, del fare banca. Oggi il Gruppo BNP Paribas conferma questa identità di “Banca Responsabile” annunciando l’obiettivo di sostenere l’imprenditoria sociale e il microcredito con più di 200 milioni di euro fino al 2015.

Un impegno di lungo periodo per il quale BNP Paribas si mobilita attraverso la combinazione tra l’offerta derivante dalle sue diverse linee di business specializzate e la forte e storica presenza internazionale in circa 80 paesi nel mondo.

II Gruppo BNP Paribas vanta, a fine giugno 2013, 156 milioni di euro dedicati all’imprenditoria sociale e al settore del microcredito. Sia attraverso prodotti socialmente responsabili sia tramite investimenti su aziende in grado di avere un impatto tanto finanziario quanto sociale, il Gruppo è attivo in Europa come nei paesi emergenti; senza dimenticare la Francia, dove il settore è molto legato al risparmio privato e al credito bancario. BNP Paribas è, da oltre 20 anni, partner di Adie (Associazione per il diritto all’iniziativa economica), insieme alla quale, nel 2006, ha dato vita al progetto Banlieue.

«Come Banca Responsabile – ha detto François Villeroy de Galhau, direttore generale di BNP Paribas, a capo della Corporate Social Responsability di Gruppo - un impegno di lungo periodo è per noi fondamentale. Non c’è più distinzione tra il sociale e il commerciale; gli obiettivi di redditività dell’Imprenditoria Sociale ci sono familiari e noi sosteniamo questi imprenditori nel raggiungimento dei loro obiettivi. Noi siamo impegnati a sostenerli nel superare le difficoltà connesse al business».

Ma quali sono questi attori dell’economia sociale e solidale? Se non esiste un profilo tipico, ci sono tuttavia bisogni specifici per i quali BNP Paribas si è organizzata per rispondervi con strutture dedicate, come una rete di specialisti nel campo dell’imprenditoria sociale o attraverso esperti in grado di raggiungere l’imprenditore direttamente nelle sue sedi.

Nell’ambito del Gruppo operano tre diverse realtà che testimoniano l’impegno e l’attenzione di BNP Paribas verso questa tipologia di imprenditori:

  • PerMicro è una società specializzata nel microcredito in Italia, che offre finanziamenti a soggetti con minore possibilità di accesso al credito tradizionale. BNL, unico socio bancario di PerMicro, ha sviluppato una forte partnership mettendo a disposizione prodotti, servizi e ospitando “PerMicropoint” presso le proprie agenzie.
  • Flexpack, in Belgio, è un’azienda attiva nel settore del packaging che lavora per l’occupazione dei disabili ed è sostenuta da BNP Paribas Fortis.
  • Ecodair, in Francia, è invece un’azienda che si occupa di rigenerare componenti informatici e impiega persone con problemi psichici. E’ un cliente e fornitore di BNP Paribas.

«Il sostegno allo sviluppo dell’imprenditoria sociale in Europa – ha concluso Laurence Pessez, Referente per la CSR di BNP Paribas – coniuga il nostro essere responsabili sia da un punto di vista economico sia sociale e civico. Siamo un grande gruppo in grado di offrire a questo settore di attività in forte crescita non solo un’ampia gamma di prodotti e servizi ma tutta l’attenzione che merita un tale impegno sociale».