Disabilità

Primo successo per il Centro Antidiscriminazioni Franco Bomprezzi

28 Luglio Lug 2015 1400 28 luglio 2015

La biblioteca di San Donato Milanese installerà un ingranditore nell’emeroteca. Il signor Marco, 80 anni, con una maculopatia progressiva, potrà leggere i giornali. Una scelta però che avvantaggia tutti gli anziani della comunità

  • ...
Getty Images 461425456
  • ...

La biblioteca di San Donato Milanese installerà un ingranditore nell’emeroteca. Il signor Marco, 80 anni, con una maculopatia progressiva, potrà leggere i giornali. Una scelta però che avvantaggia tutti gli anziani della comunità

Primo successo per l’attività del Centro Antidiscriminazione “Franco Bomprezzi”, che ha ottenuto l’installazione di un ingranditore nell’emeroteca della biblioteca di San Donato Milanese presso Cascina Roma. Si tratta di uno strumento tecnologico necessario alle persone con gravi deficit visivi, per leggere riviste e giornali. La vicenda ha avuto inizio lo scorso febbraio, quando il signor Marco, 80 anni, si è rivolto a LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità: l’anziano, infatti, da una decina d’anni soffre di una maculopatia secca progressiva che gli ha tolto completamente l’uso dell’occhio destro e gli ha lasciato un visus inferiore a un ventesimo all’occhio sinistro, condizione che gli impedisce di frequentare la sala di lettura del suo paese, dotata di un’emeroteca ben fornita di giornali e periodici, di cui lui non può usufruire dal momento che manca una postazione tecnologica per ipovedenti.

Per LEDHA, la situazione si configura come una discriminazione indiretta ai sensi della legge 67 del 2006. Per questo motivo, i legali del Centro Antidiscriminazione “Franco Bomprezzi” hanno chiesto al Comune di San Donato “la cessazione di tale situazione attraverso l’adozione di adeguate misure concrete” che consentano anche alle persone con disabilità visiva di poter usufruire di un servizio pubblico (l’accesso all’emeroteca, ndr) alla pari degli altri cittadini.

Il Comune di San Donato è stato particolarmente sensibile alla sollecitazione di LEDHA: dopo aver svolto alcune verifiche, ha recepito le sollecitazioni del Centro Antidiscriminazione “Franco Bomprezzi” e lo scorso 8 luglio ha emesso una determina con cui è stata impegnata la spesa per l’acquisto di un ingranditore che consentirà anche agli ipovedenti di usufruire del servizio di consultazione di giornali e riviste presso l’emeroteca comunale.


“Siamo molto soddisfatti per l’esito di questa vicenda: la decisione del Comune di San Donato va nella giusta direzione. Ha reso accessibile la sala lettura non solo alle persone con disabilità, ma anche agli anziani - sottolinea Alberto Fontana, presidente di LEDHA -. Un episodio che evidenzia, una volta di più, che una società veramente inclusiva porta benefici a tutti e non solo alle persone con disabilità”.

Il Centro Antidiscriminazione “Franco Bomprezzi” è stato inaugurato lo scorso 25 giugno e offre informazioni e consulenza alle persone con disabilità vittime di discriminazione, presa in carico stragiudiziale. Un’attività che - nella maggior parte dei casi - permette di risolvere situazioni discriminatorie anche complesse attraverso un’attività stragiudiziale completamente gratuita.

Foto ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images

Contenuti correlati